logo homeillocale

 

LA SCAFARDA è un ristorante, spaghetteria e bar che si trova ad Alberese, luogo magnifico all'interno della Maremma Toscana.
Il locale de LA SCAFARDA può ospitare, nel periodo invernale 90 coperti, mentre nel periodo estivo, può ospitare fino a 120 coperti.

"La Tradizione delle SpecialitÓ Toscane"

Cenni storici Alberese

Il nome d'Alberese compare nell'XI secolo, quando venne fondata l'Abbazia Benedettina di Santa Maria Alborense, chiamata in seguito San Rabano destinata a dominare la storia dell'intera zona per i cinquecento anni successivi.
Con la crisi dell'ordine monastico, l'Abbazia decadde e la sua lunga storia si chiude con il passaggio ai Cavalieri di Malta.
Nel 1470 Beuccio Capacci, priore dell'ordine, fece costruire un palazzo fortificato, oggi la Villa Fattoria Granducale che domina il paese. Alla fine del 1500 il comando passò alla famiglia dei Medici, fino all'avvento dei Corsini nel 1740 che in 100 anni portarono il paese in condizioni disperate. Fu allora, nel 1839 che Leopoldo II di Lorena decise di acquistare la tenuta d'Alberese e di intraprendere opere di bonifica e di miglioramento dei terreni divenuti ormai paludosi, migliorando attrezzature e introducendo nuovi sistemi di coltivazione fine allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, in seguito alla quale, le proprietà dei Lorena, amministrate dal Duca Pietro Lante della Rovere furono confiscate e passarono al demanio. Infine nel 1926 Alberese venne ceduta all'Opera Nazionale Combattenti che nel periodo fascista portò a termine la Bonifica, dividendo i terreni in appezzamenti costruendo poderi assegnati poi a famiglie di mezzadri la maggior parte venute dal Veneto. Nel 1977 ci fù la soprresione dell'associazione e la successiva acquisizione da parte della Regione Toscana che ancora amministra quei terreni.

"La Scafarda" Il significato

La Scafarda era la sella regolamentare delle truppe di cavalleria. Era una sella concepita per attività belliche, andata in pensione per questo uso dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale.
E' a partire dagli anni 20 che i butteri del Regio Deposito Stalloni dell'Esercito, oggi Centro Militare Veterinario, alle porte di Grosseto, hanno cominciato ad usarla. Da allora ha avuto una innarrestabile ascesa.
Si tratta infatti di una sella meno professionale, ma più versatile della Maremmana, più confortevole e più robusta della Bardella, realizzata in vacchetta, con cuscini imbottiti e protetti con rivestimenti in cuoio.
E' la sella pi¨ usata dai Butteri Maremmani, infatti proprio a Grosseto ci sono alcuni giovani artigiani che la producono, mentre non si è affermata nel Lazio. La sua affidabilità e comodità, che la rendono eccezionale in campagna e nel trekking, le hanno fatto guadagnare anche un vasto mercato amatoriale.

 

 

Per prenotazioni: 0564.412587 - 349.2268003
info@lascafarda.com
admin webmail
Powered by isEsoftware